Perchè le scarpe strette danno problemi ai piedi

scarpe strette

La moda impone modelli di scarpe esteticamente “belli” ma non sempre adatti ad un piede che le indossa. Infatti, l’utilizzo di scarpe troppo strette è causa di calli, infiammazioni, deformità per cui spesso è richiesto l’intervento chirurgico. VI RIMANDIAMO ANCHE A QUESTO ARTICOLO https://www.negozio-ortopedia.it/perche-e-importante-indossare-scarpe-comode/. I soggetti che soffrono maggiormente di questi problemi sono le donne poichè, come detto sopra, la società, la moda impongono l’abitudine di indossare scarpe “belle” ma scomode. Le deformità che coinvolgono le dita dei piedi sono tante: la borsite o infiammazione dell’alluce, dove l’osso o il tessuto che circonda il legamento dell’alluce infiammandosi si ingrossa, la pelle circostante spesso si irrita e questo aumenta nel soggetto situazioni di dolore nell’indossare le scarpe. Il più delle volte la causa della borsite è, come abbiamo detto, questa formazione callosa che nasce da un uso errato delle calzature, anche se, il fattore genetico può incidere sulla loro formazione. PER APPROFONDIRE https://www.negozio-ortopedia.it/alluce-valgo/. Come la borsite, anche i duroni possono formarsi da un utilizzo scorretto delle calzature perchè, la scarpa stretta fa aumentare al suo interno la pressione sul piede, mentre, per quanto riguarda le dita a martello, queste si sviluppano in quanto la loro posizione all’interno di una scarpa troppo stretta porta le dita ad incurvarsi e, spesso, all’altezza del legamento mediale si formano dei calli dolorosi. Invece, le dita incrociate si sviluppano quando non avendo spazio (sempre come conseguenza di calzature troppo strette) si accavallano tra di loro. Continuando, l’unghia incarnita è la conseguenza di un taglio appunto dell’unghia oltre la linea naturale, quindi la nuova unghia crescerà sotto la pelle causando un dolore ancora più forte qualora si indossino delle calzature troppo strette, il piede diabetico per ultimo si caratterizza per un danneggiamento dei nervi che porta a perdita di sensibilità con impossibilità nel sentire dolore li dove si presentino lesioni sempre a causa di scarpe strette. PER APPROFONDIRE RIMANDIAMO A QUESTO ARTICOLO https://www.negozio-ortopedia.it/come-curare-e-prevenire-il-piede-diabetico/.  A seconda della deformità il trattamento non invasivo consisterà ovviamente come prima cosa nell’utilizzo di calzature dalla pianta larga soprattutto in punta in maniera tale che per il trattamento delle dita a martello ad esempio, queste ultime trovando il giusto spazio si possono distendere, poi usare un ammortizzatore di gomma per limitare la pressione sul durone così come un dispositivo di fissaggio dell’alluce  e distanziatore con le altre dita, impacchi con ghiaccio possono aiutare e anche bagni in acqua tiepida come per curare l’unghia incarnita anche fino a quattro volte al giorno, per trattare il piede diabetico bisogna partire da uno stato di prevenzione quindi è importante verificare sempre lo stato di salute dei propri piedi. Quando questi trattamenti non invasivi falliscono allora bisogna optare per l’intervento chirurgico a correzione della deformità. Per non arrivare a questo punto bisogna ascoltare alcuni consigli utili dati dagli esperti, primo tra tutti indossare scarpe adatte che non comprimono il piede e che non facciano stare al loro interno le dita troppo vicine tra loro, indossare scarpe idonee alla propria misura con una forma che meglio si addice alla struttura del proprio piede, l’ideale sarebbe un tipo di calzatura con una pianta quadrata o rotonda perchè segue la forma naturale del piede donando maggiore comfort a chi soffre di alluce valgo, dita a martello…, la giusta calzatura inoltre deve essere rigida al tallone, piegarsi solo all’altezza dell’alluce e non dell’arco (altrimenti no sarebbe stabile), meglio che presenti dei lacci in maniera tale che al suo interno il piede è ben fermo e ultimo ma molto importante che abbia una soletta estraibile affinchè si possa inserire un plantare su misura li dove richiesto. LEGGERE QUESTO IMPORTANTE ARTICOLO https://www.negozio-ortopedia.it/cosa-e-il-plantare-ortopedico/.